Fashion Superheroes Party

Fra l’esame di statistica ed il Pitti, che ha animato Firenze regalandoci feste ed un traffico più infernale del solito, non ce l’ho fatta a pubblicare prima le foto della festa di Luisa Via Roma. Quest’anno il party si è tenuto in una location davvero esclusiva, il Nuovo Teatro Dell’Opera, che, dopo i lunghi lavori di costruzione, non vedevo l’ora di vedere! Direi che le mie aspettative sono state ampiamente ripagate: si tratta di un ambiente davvero suggestivo, movimentato da un gioco di scalinate e luci soffuse, da cui si gode di una vista davvero mozzafiato sulla città più bella del mondo (sono di parte, è ovvio). Il tocco in più sono state le mascherine da supereroi distribuite all’interno del teatro, un’idea molto carina per onorare il tema della serata! Mi sono divertita davvero da morire, soprattutto grazie alle mie compagne di merende Martina (http://www.neifilef.blogspot.it/), Dora (http://doramarottafashionblog.blogspot.it/) e Greta, che potete ammirare in queste foto! Ovviamente non poteva mancare Michele con la sua fedele fotocamera, che rivedo sempre con piacere:)

Sono l’unica idiota con una maglietta di Batman? No, a quanto pare un altro ragazzo ha avuto questa “brillante idea” e così mi sono sentita meno sola nella mia spasticità 🙂

Qui potete vedere le mie compari insieme ai miei immancabili occhi chiusi..vaaai così!

Blazer: Zara // Skirt: H&M // Belt: Love Moschino // Shoes: Jeffrey Campbell // Bag: Celine

Facebook Page: http://www.facebook.com/pages/Join-the-Vogue/426163290743079

Francesca

Annunci

Good old fashioned.

I 15 giorni scarsi che mi separano dalle date dei miei esami stanno iniziando a farmi sentire la pressione e mi e’ presa la frenesia dello studio (sarebbe anche l’ora in effetti!) e quindi questa volta non mi dilungherò in chiacchiere! In questi giorni sto adottando spesso questo stile piuttosto classico ravvivato da un forte tocco di colore (spesso adottando alcune varianti), mi rispecchia molto. Le scarpe sono state un’amore a prima vista, adoro gli accessori maschili e che rievochino un po’ l’immagine del dandy. L’anello a conchiglia e’ stato una folgorazione e viene dalla mostra dell’artigianato, mentre il braccialetto fluo di pelle con i teschietti l’ho comprato al Forte da Fiacchini insieme alle due compagne di mille avventure della mia vita, quindi ha anche un valore affettivo (lo so, ormai su internet purtroppo gira da un po’ e non e’ molto innovativo, ma lo adoro!). Vi lascio con queste foto e me ne torno a malincuore sui libri..!

Francesca


Jeans and orange jacket: Zara // Shirt: Massimo Dutti // Bag: Speedy, Louis Vuitton // sunglasses: h&m

YOU ONLY LIVE ONCE.

Se capitate in Spagna e siete dentro uno Zara qualsiasi..afferrate qualsiasi cosa vi capiti sotto mano e portate il malloppo alla cassa! Lo so, non è niente di nuovo, ma è l’unico consiglio intelligente che la mia mente riesce a partorire in questo momento, soprattutto con queste foto sotto gli occhi: ho comprato questa giacca (ahimè, solo questa, perchè ormai la mia megavaligia straripante di qualsiasi tipo di indumento implorava pietà) a Barcellona a fine Marzo, pagandola ben 40euro meno che in Italia! Insomma, in pratica mi sono rifornita la macchina di due tacche in più di benzina al mio ritorno. Oggi sono in spirito parsimonioso-apocalittico. Forse l’aver passato la giornata di ieri a visionare interviste su crisi e disoccupazione potrebbe aver influito! Ma a voi giustamente di questo cosa importa?

Passiamo ad esaminare una ad una le componenti di questo outfit, se come me non avete niente da fare sarete lieti di leggere qualche parola farneticante in più!

La storia della giacca ve l’ho già raccontata ed i fallimenti amorosi legati a quel viaggio sono un’altra storia, con cui non vi assillerò. La sua compare, Camicia di Jeans, è stata protagonista di un percorso individuale fra i più classici: dallo scaffale di Zara all’armadio di camera mia (sì, amo Zara, si capisce?); ma nonostante la facile conquista continua ad esercitare su di me il suo fascino e mi diverto da morire ad indossarla in combinazioni sempre diverse (ci si diverte con poco)! Il denim crea il contrasto perfetto in un look total black: smorza l’impatto, rincara la dose di sano spirito rock e sdrammatizza il tutto. Mettere una semplice camicia bianca in una mise del genere sarebbe stato terribilmente scontato e forse avrebbe anche rievocato un pò troppo il look di una teenager punk che compare sullo sfondo di un video di Avril Lavigne, anche se probabilmente quella una Céline non l’avrebbe guardata neanche dalla vetrina, figuriamoci stringerla fra le mani! Adoro questa borsa, me l’ha regalata la mia cara nonnina a Natale e finalmente mi sembra sia arrivato il momento giusto per sfruttarla al massimo, una borsa bianca è difficile da portare bene, spero di essere stata “all’altezza della situazione”. I leggings stile pneumatico sono un classico, manco a dirlo, ed è così che arriviamo alle scarpe, cimelio scovato nel mio negozietto vintage preferito qui a Firenze. Rientrate nella categoria di quelli a cui l’idea di mettere il piede in scarpe già messe da altri fa venire i conati di vomito? Ecco io no, la portavoce del movimento è mia madre, che mi ha smontato queste povere Converse in tutti i modi possibili! Ho cercato di farle capire che sono scarpe uniche che nella loro vita precedente arrivavano quasi al ginocchio ed erano di un altro colore (presumo verdi, dalle parti in cui la vernice nera sta andando via) ed il ragazzo del negozio le ha customizzate di sana pianta, fra lavaggi particolari per macchiare la suola, sforbiciate e tagli qua e là, ma chiaramente questo mia madre non lo apprezza tutt’ora. Scellerata!

Vogliamo dunque parlare delle mie sconquassate mani da mordiunghieincallitadall’etàdi5anni? L’anello al mignolo è un regalo del fallimento amoroso, il fantastico anello accanto invece è uno dei tanti tesori scovati alla mostra dell’Artigianato e viene da Istanbul, città che avrei sempre voluto visitare, senza trovare mai qualcuno disposto a seguirmi. Per quanto riguarda le due croci, quella con pietre azzurre viene da un negozietto indiano, l’altra banalmente da Forever21!

Ok ho farneticato molto più del dovuto, vi lascio alle foto!:)

Blazer: Zara // Jeans shirt: Zara // Leggings: Benetton // Converse: vintage // Necklace: vintage // Sunglasses: H&M // Bag: Céline

PAGINA FACEBOOK: http://www.facebook.com/pages/Join-the-Vogue/426163290743079

Francesca

Mostra dell’Artigianato 2012

Ogni anno a Firenze, durante la primavera, la Fortezza da Basso ospita la Mostra Internazionale Dell’Artigianato, dove quest’ultimo si dirama in nuovi ed originali percorsi artistici, dando vita ad un mix sorprendente fra i perduti mestieri delle piccole botteghe fiorentine e creazioni innovative. Tutto ebbe inizio nel 1931, quando gli antichi artigiani iniziarono a sentire la necessità di esporre i propri manufatti ad un pubblico più vasto. Dopo la fine della guerra la Mostra ampliò i propri orizzonti oltre i confini nazionali, aprendo le porte al mercato mondiale e trasformandosi così nel fulcro dell’artigianato di qualità. Al giorno d’oggi l’esposizione si articola in più aree, fra cui quella di maggiore interesse (a nostro avviso) rimane il Padiglione Spadolini. A piano terra è esposto l’artigianato italiano ed enogastronomico, seguendo un percorso armonico fra le varie regioni italiane, mentre a quello inferiore si possono scovare veri e propri tesori rovistando fra gli innumerevoli stand provenienti da ogni parte del mondo.

In una giornata dalle temperature quasi estive, potevamo forse perderci un’occasione del genere per fare shopping?

Ecco qualche foto per mostrarvi l’atmosfera che si respirava e gli outfit che abbiamo scelto per goderci questa giornata! Se siete a Firenze avete ancora tempo fino alla sera del 29 Aprile per farci un salto!

Costanza was wearing: Jeans: Zara // Sweater: Zara // Shoes: Converse All Star // Bag: Marc by Marc Jacobs // Sunglasses: Ray Ban // Necklace: Tiffany&Co. // Watch: Swatch

Francesca was wearing: Jeans: Zara // T-shirt: Mango // Jacket: Zara // Bag: Prada // Flats: Ferragamo // Sunglasses: Prada // Watch: Swatch // Jewels: somewhere.

FACEBOOK PAGE: https://www.facebook.com/pages/Join-the-Vogue/426163290743079

Francesca e Costanza

Soft lighting and little black dress.

Sono sempre stata particolarmente attratta dalle luci soffuse e dalle fotografie in bianco e nero. Racchiudono qualcosa di unico, hanno quel tocco in più che rende l’effetto molto più suggestivo e il mistero del colore nascosto gioca sicuramente la sua parte. Anche se non è certo il caso di queste foto, in cui il bianco e il nero sarebbero comunque stati i colori predominanti. L’outfit è davvero molto semplice: un vestitino nero, arricchito soltanto dalla lavorazione all’uncinetto sulla schiena. Vestiti architettonici o dai colori accattivanti possono attirare molti sguardi al nostro passaggio o farci sentire sulla cresta dell’onda per un giorno o due, ma la moda passa, si sa, ed è solo quando si dispone di pezzi basici come il famoso-fino-alla-nausea “little black dress” che abbiamo qualche chance di uscirne senza tramontare come un trend di stagione. La semplicità è la base della creatività e dell’originalità. Un tubino nero o una camicia bianca possono essere reinterpretati in QUALSIASI chiave, giocando con gli accessori o con gli altri elementi che compongono la nostra mise, stravolgendo la propria mediocrità e trasformandosi in qualcosa di unico. Via via cercherò di mostrarvi qualche idea da cui prendere spunto per reinterpretare questi grandi classici a seconda del vostro gusto personale e delle occasioni, nel frattempo vi lascio con queste foto in cui il la macchia nera del vestitino è spezzata soltanto da qualche tocco di luce dato dal bracciale e dalla decorazione dei sandali. Insomma il massimo della semplicità, che però fa comunque il suo effetto.

Dress and bracelet: somewhere in Forte dei Marmi // Shoes: Zara

Seguiteci anche sulla nostra PAGINA FACEBOOK–> http://www.facebook.com/pages/Join-the-Vogue/426163290743079

Francesca

MegaMix 1.

In questi giorni Firenze è praticamente inondata dalla pioggia e realizzare nuove foto, magari di quelle che incarnino il puro spirito dell’allegria e spensieratezza primaverile, risulta un pò problematico. Quindi ho deciso di proporvi un mix di foto direttamente dal mio precedente blog “Good Gone Girl”, per mostrarvi alcuni dei miei “must”, ossia abbinamenti che,identici o con qualche variante, mi piace indossare anche con il passare degli anni perché presentano molte delle caratteristiche che amo di più e che determinano il mio stile di fondo, come le camicie leggere che cadono in modo molto morbido e soprattutto le giacche, mio grande amore. Si tratta di outfit adatti alla stagione ed alcuni anche al pessimo clima che ci sta affliggendo in questi giorni; il cappottino color cammello e gli stivali marroni alti fino al ginocchio li indossavo giusto ieri..inutile descrivere le pessime condizioni in cui sono tornati a casa a fine giornata!

Sono meteoropatica e spero che il sole e il caldo torrido non tardino ulteriormente ad arrivare, il prossimo mix sarà tutto di outfit estivi!

 Shirt: H&M

Bag; Louis Vuitton, Speedy 30 // Boots: Antica Cuoieria // Jeans: Zara // Shirt: Zara // Belt: Brandy Melville // Watch: Pierre Cardin

Jacket: Zara // Jeans: Zara // Flats: Otisopse // Bag: Louis Vuitton // Shirt: shop in viareggio

Shirt: Zara // Jacket: H&M // Flats: Antica Cuoieria // Sunglasses: Persol // Bag: Gianfranco Lotti

Bag: Louis Vuitton // Blazer: Zara // Shirt: Zara // Sunglasses: Persol // Flats: Mingo Portofino

Blazer, Jeans, Flats: Zara // T-shirt: Carolina Andreani // Backpack: Chanel (vintage)

Jeans and Shirt: Zara // Belt: Gianfranco Ferrè // Shoes: Mingo Portofino // Backpack: Louis Vuitton

Coat, Shirt, Jeans: Zara // Flats: Otisopse // Backpack: Chanel (vintage) // Scarf: Alexander McQueen

Shirt and Belt: Zara // Boots: Gabrielli in FdM // Top: Intimissimi // Bag: somewhere in FdM

 Shirt: Zara

Shirt: Zara // Boots: Gabrielli in FdM // Golf: Massimo Rebecchi

Rolling Stones T-Shirt: Zara Man // Jeans: Zara

Blazer and Shirt: Zara // Bag: Gianfranco Lotti // Jeans: H&M

FACEBOOK PAGE–> http://www.facebook.com/pages/Join-the-Vogue/426163290743079

Francesca

Black ‘n’ Denim

Semplice e comoda, adattabile ad ogni situazione, che sia una gita fuori porta con gli amici o uno speciale cocktail party, la giacca di Jeans non ti delude mai. E’ uno dei pochi capi d’abbigliamento che risulta essere un evergreen indiscusso di generazione in generazione -basti pensare alle vecchie e consumate giacche di Jeans Levi’s degli anni ’80, ormai quasi introvabili anche nei negozietti vintage -. La puoi abbinare con qualsiasi cosa e il risultato è sempre ottimo: con un semplice paio di shorts colorati, per una mise più elegante o al posto di una giacca classica ( anch’essa sempre un must, che non può mai mancare). Spesso viene comprata, consumata e poi lasciata in un angolo buio dell’armadio per anni, come del resto ho fatto anche io, fino a che, riscoperta per caso, può essere modificata come più desideri: con spille, scritte, toppe, glitter, strass, pailettes, bottoni particolari e chi ne ha più ne metta, che la rendono un capo particolare, assolutamente personale e diverso da qualsiasi altra giacca di Jeans.

   Un capo che ti salva in ogni occasione!!

ImageImageImageImageImage

Image

…Non sai cosa metterti? Una giacca di Jeans!

Costanza

PS: seguiteci anche sulla nostra pagina FB–>https://www.facebook.com/pages/Join-the-Vogue/426163290743079

            Velvet Black Dress: Mango  //  Denim Jacket: Miss Sixty  //   Pumps: Zara  //

Double Cross Ring: Forever21    //  Bracelet: Fendi  //    Scarf: Zara  //   Purple Hat: Zara