Good old fashioned.

I 15 giorni scarsi che mi separano dalle date dei miei esami stanno iniziando a farmi sentire la pressione e mi e’ presa la frenesia dello studio (sarebbe anche l’ora in effetti!) e quindi questa volta non mi dilungherò in chiacchiere! In questi giorni sto adottando spesso questo stile piuttosto classico ravvivato da un forte tocco di colore (spesso adottando alcune varianti), mi rispecchia molto. Le scarpe sono state un’amore a prima vista, adoro gli accessori maschili e che rievochino un po’ l’immagine del dandy. L’anello a conchiglia e’ stato una folgorazione e viene dalla mostra dell’artigianato, mentre il braccialetto fluo di pelle con i teschietti l’ho comprato al Forte da Fiacchini insieme alle due compagne di mille avventure della mia vita, quindi ha anche un valore affettivo (lo so, ormai su internet purtroppo gira da un po’ e non e’ molto innovativo, ma lo adoro!). Vi lascio con queste foto e me ne torno a malincuore sui libri..!

Francesca


Jeans and orange jacket: Zara // Shirt: Massimo Dutti // Bag: Speedy, Louis Vuitton // sunglasses: h&m

Annunci

Soft lighting and little black dress.

Sono sempre stata particolarmente attratta dalle luci soffuse e dalle fotografie in bianco e nero. Racchiudono qualcosa di unico, hanno quel tocco in più che rende l’effetto molto più suggestivo e il mistero del colore nascosto gioca sicuramente la sua parte. Anche se non è certo il caso di queste foto, in cui il bianco e il nero sarebbero comunque stati i colori predominanti. L’outfit è davvero molto semplice: un vestitino nero, arricchito soltanto dalla lavorazione all’uncinetto sulla schiena. Vestiti architettonici o dai colori accattivanti possono attirare molti sguardi al nostro passaggio o farci sentire sulla cresta dell’onda per un giorno o due, ma la moda passa, si sa, ed è solo quando si dispone di pezzi basici come il famoso-fino-alla-nausea “little black dress” che abbiamo qualche chance di uscirne senza tramontare come un trend di stagione. La semplicità è la base della creatività e dell’originalità. Un tubino nero o una camicia bianca possono essere reinterpretati in QUALSIASI chiave, giocando con gli accessori o con gli altri elementi che compongono la nostra mise, stravolgendo la propria mediocrità e trasformandosi in qualcosa di unico. Via via cercherò di mostrarvi qualche idea da cui prendere spunto per reinterpretare questi grandi classici a seconda del vostro gusto personale e delle occasioni, nel frattempo vi lascio con queste foto in cui il la macchia nera del vestitino è spezzata soltanto da qualche tocco di luce dato dal bracciale e dalla decorazione dei sandali. Insomma il massimo della semplicità, che però fa comunque il suo effetto.

Dress and bracelet: somewhere in Forte dei Marmi // Shoes: Zara

Seguiteci anche sulla nostra PAGINA FACEBOOK–> http://www.facebook.com/pages/Join-the-Vogue/426163290743079

Francesca